Blog: http://UnpoliticallyCorrect.ilcannocchiale.it

«Generalizzazioni sulla religione musulmana»

Nella stampa italiana gli immigrati vengono spesso definiti con termini che presentano una ''forte accezione negativa''. E' quanto emerge dalla ricerca 'L'immigrazione nei media italiani' (curata da Anna Meli della ONG Cospe e da Carlo Sorrentino, docente della facolta' fiorentina di Scienze politiche) presentata oggi a Firenze all'interno al convegno 'Immigrati, risorsa scoperta' organizzato dalla Regione Toscana.

(…) Uno dei temi più trattati è quello del terrorismo. "Dall'analisi degli articoli - si legge - si evidenzia una tendenza verso una stigmatizzazione del mondo islamico, ridotto ad una categoria uniforme e stereotipata che tende ad assecondare e sostenere il pregiudizievole binomio islam-terrorismo. Nello specifico un fatto isolato, l'arresto di un presunto terrorista, ha dato adito ad una serie di generalizzazioni sulla religione musulmana e sul fanatismo dei suoi fedeli, spesso rifacendosi al cosiddetto 'razzismo differenzialista', uno schema interpretativo che lascia intendere che ogni musulmano è un integralista e quindi terrorista potenziale, incapace di integrarsi in una cultura diversa, e per questo la sua lealtà nei confronti del paese d'accoglienza non può essere che dubbia". qui

«Di fronte ad Allah non ci sono bestie peggiori di coloro che sono miscredenti e che non crederanno mai» (8:55)

Pubblicato il 20/3/2009 alle 12.10 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web