.
Annunci online

 
UnpoliticallyCorrect 
Men never do evil so completely and cheerfully as when they do it from religious conviction
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Magdi Allam
memri
Daniel Pipes
Faith Freedom
Prophetofdoom
jihadwatch
tocqueville
Beppe
Islaminitsownwords
Corriere Della Sera
littlegreenfootballs
NeilDoyle
Victims of Saddam's Regime
PartigianoWilliam
Apostates of islam
victims of jihad
Il Lupo
barbara
SauraPlesio
IlCialtrone
kiki-e
Puffolottiaccident
Dolomitengeist
Milleeunadonna
Iostoconoriana
FranceEchos
Free Translation
  cerca

Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11

free counters


 

Diario | Insight |
 
Diario
1visite.

13 luglio 2009

Islam in Italia

(…) E cosa si intende per escissione femminile?  C'è difatti una grossa differenza tra la circoncisione di cui parla la Shari'ah, operazione che, se nell'uomo è ben nota, nella donna consiste nell'asportazione dei lembi delle grandi labbra, operazione priva di rischi per la salute della donna, raccomandabile per ragioni igieniche, e che - sia detto sottovoce - ha anche il piacevole effetto di rendere più soddisfacente l'atto sessuale. (…) Talib

(…) Noi non ci vergogniamo a raccomandare ogni pratica islamica, poiché esse non sono affatto illegali e sappiamo difenderci legalmente. Dunque non mi vergogno certo di raccomandare ai miei fratelli e sorelle la poligamia, ove vi siano le condizioni, così come la copertura integrale delle donne, la sunna della "circoncisione femminile" (…) e ogni altra pratica che desta scandalo nella mente perbenista e ipocrita dei miscredenti. Yusuf fabbosko, Bologna qui

12 luglio 2009

Convertiti

La differenza tra i mushrikeen ed i kuffaar, e a quale categoria appartengono gli ebrei e i cristiani? Qual è la differenza tra mushrikeen e kuffaar? Sono gli ebrei e cristiani mushrikeen o kuffaar?

(...) Gli ebrei e i cristiani sono entrambi kaafir e mushrikeen. Essi sono kaafir, perché negano la verità la respingono. E sono mushrikeen perché venerano qualcuno all’infuori di Allaah.

Allaah dice (significato del verso): "Dicono i giudei: «Esdra è figlio di Allah»; e i nazareni dicono: «Il Messia è figlio di Allah». Questo è ciò che esce dalle loro bocche. Ripetono le parole di quanti già prima di loro furono miscredenti. Li annienti Allah. Quanto sono fuorviati! Hanno preso i loro rabbini, i loro monaci e il Messia figlio di Maria, come signori all'infuori di Allah, quando non era stato loro ordinato se non di adorare un Dio unico . Non vi è dio all'infuori di Lui! Gloria a Lui ben oltre ciò che Gli associano!" [al-Tawbah 9:30, 31] (…)  
Shaykh 'Abd al-'Azeez ibn Baaz (che Allaah abbia misericordia di lui) ha detto, rifiutando quelli che dicono che la parola mushrikeen non può essere applicata alla gente della Scrittura: “E 'più probabile che il popolo del libro sia incluso tra i mushrikeen, uomini e donne, quando questa parola è utilizzata in termini generali. Perché i kuffaar sono indubbiamente mushrikeen. Di conseguenza è proibito loro di entrare in al-Masjid al-Haraam, perché Allaah dice (significato del verso): "O voi che credete, i politeisti sono impurità: non si avvicinino più alla Santa Moschea dopo quest'anno. E non temete la miseria, ché Allah, se vuole, vi arricchirà della Sua grazia . In verità Allah è sapiente, saggio." [al-Tawbah 9:28] qui

“Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro sono lupi rapaci. Dai loro frutti li riconoscerete” (Matteo 7,15-16)

10 luglio 2009

Barzelletta del giorno

Dura presa di posizione dell'Iran che "condanna l'uso della forza da parte della polizia italiana per reprimere le manifestazioni degli oppositori" al summit del G8 di L'Aquila, invitando il Governo italiano a rispettare gli impegni internazionali.


24 giugno 2009

.

L'organizzazione internazionale per i diritti umani Human Rights Watch (Hrw) critica la presa di posizione del presidente francese Nicolas Sarkozy contro il burqa, il velo islamico che copre il volto e il corpo intero delle donne. "Vietare il burqa non porterà all'uguaglianza per le donne", avverte Jean-Marie Fardeau, direttore dell'ufficio parigino di Hrw. "Non farà altro che stigmatizzare e marginalizzare le donne che lo portano. La libertà di esprimere la propria religione e la libertà di coscienza sono diritti fondamentali", aggiunge. Secondo Hrw il bando del velo integrale "invierebbe un nuovo segnale a molti musulmani francesi sul fatto che non sono i benvenuti nel loro stesso Paese" e sarebbe "probabilmente discriminatorio" perché prenderebbe di mira esclusivamente le donne islamiche. (Apcom)


(Internet)

7 maggio 2009

Leggi razziali?

(…) Di fronte al sistema scolastico, gli immigrati irregolari sono e rimarranno «più uguali» degli italiani, dovendo questi ultimi presentare all’atto dell’iscrizione una serie di documenti (dal codice fiscale ai certificati delle avvenute vaccinazioni) che i primi, non possedendoli, sono ovviamente esentati dal produrre. Franceschini lo sa benissimo. Ma impegnato com’è a gettare sabbia negli occhi dei cittadini per impedir loro di vedere quel che (non) sta facendo, finge di ignorarlo. E fa l’unica cosa che sembra riuscirgli: grida. Così: «Si torna alle leggi razziali».

(…) Il reato di clandestinità (…) c’è in Svizzera, c’è in Belgio, c’è persino in Olanda. Nella britannica culla della democrazia è in vigore dal 1971 e prevede fino a sei mesi di reclusione più ammenda fino a 5mila sterline. La Francia a noi tanto cara, dolce rifugio di terroristi (pardòn, perseguitati politici) stabilisce invece un anno di reclusione più 3700 euro di multa. Ma se dopo l’espulsione il clandestino rientra, gli anni di galera diventano tre. Da uno a tre anni in cella anche in Germania. E nell’Italia pronta a rimettersi l’orbace? Niente carcere, il disegno di legge che istituisce le leggi razziali prevede solo un’ammenda.

(…) Proviamo con la «detenzione» nei centri di identificazione. Come si comportano i vicini? La Spagna, tra reti di filo spinato, radar, pattuglie che non esitano ad aprire il fuoco su chi tenta di entrare illegalmente ed espulsioni di massa, non si pone il problema: di questi centri gli iberici non hanno bisogno. Anche i francesi si affidano più che altro alle espulsioni, che vengono programmate: 20mila nel 2005, 25mila nel 2008, quest’anno la «quota» da raggiungere è di 27mila. Come dire: caccia al clandestino. In Germania gli irregolari possono essere trattenuti nei centri di accoglienza per un anno e mezzo. In Gran Bretagna non c’è limite: finché non vengono identificati ed espulsi. Quindi anche tutta la vita. Noi, come detto, stiamo con enorme fatica portando da due a sei mesi il periodo concesso alle forze dell’ordine per identificare e cacciare l’immigrato che non ha diritto a restare in Italia. (Il Giornale) qui

9 aprile 2009

«Allah, uccidili»

"Finalmente hanno avuto anche loro giorni neri. Oh Allah, uccidili e falli vagabondare". E' questo uno dei tanti commenti apparsi negli ultimi due giorni in diversi forum jihadisti in lingua araba su Internet, dopo il sisma che ha messo in ginocchio l'Abruzzo. Alcuni fanatici seguaci di al-Qaeda e di Osama bin Laden seguono, attraverso la tv e i numerosi siti di informazione arabi, il dramma della popolazione abruzzese colpita dal sisma e sembrano impegnati in una vera e propria gara a chi aggiorna piu' velocemente il bilancio delle vittime.

Uno dei forum in cui e' possibile trovare diversi messaggi sul tema e' quello di 'al-Falluja'. "Oh Allah, rendi stabili presso di loro il terremoto e le disgrazie - scrive Ashiq al-Irhab, nickname che in arabo vuol dire 'Desideroso del terrorismo' - maledici l'Europa, Israele e gli Stati Uniti". Un'invocazione simile e' stata postata poco dopo da un altro utente, che si fa chiamare 'Figlio della Palestina'. Anche su un altro forum, 'al-Shura', si susseguono le notizie riprese dai siti arabi con il bilancio delle vittime del sisma in Abruzzo e i vari utenti, sotto ogni articolo, aggiungono una macabra preghiera: "Oh Allah, fai salire queste cifre, distruggi i nostri nemici e aiuta i musulmani".

Scrive
sullo stesso forum un utente che si firma Nureddin al-Zanki: "La nostra arma e' piu' forte del fucile, e' l'arma delle invocazioni e piu' ne facciamo piu' aumenta il bilancio delle vittime. E' un arma piu' forte di quelle possedute da al-Qaeda". Simili commenti appaiono anche in altri forum jihadisti, come quello degli 'Ansar' e quello denominato dei 'Mujahidin'. I loro utenti, tutti sostenitori del terrorismo islamico nel mondo arabo, esultano, come e' capitato anche in passato con altre catastrofi naturali che hanno colpito l'Occidente. A loro giudizio si tratta di punizioni divine inflitte a quelli che definiscono "i nemici dell'Islam". qui

sfoglia
giugno        agosto