.
Annunci online

 
UnpoliticallyCorrect 
Men never do evil so completely and cheerfully as when they do it from religious conviction
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Magdi Allam
memri
Daniel Pipes
Faith Freedom
Prophetofdoom
jihadwatch
tocqueville
Beppe
Islaminitsownwords
Corriere Della Sera
littlegreenfootballs
NeilDoyle
Victims of Saddam's Regime
PartigianoWilliam
Apostates of islam
victims of jihad
Il Lupo
barbara
SauraPlesio
IlCialtrone
kiki-e
Puffolottiaccident
Dolomitengeist
Milleeunadonna
Iostoconoriana
FranceEchos
Free Translation
  cerca

Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11

free counters


 

Diario | Insight |
 
Diario
1visite.

25 luglio 2009

Islam in Europa

Nicolai Sennels, 33 anni, è psicologo e ha lavorato per le autorità di Copenaghen per diversi anni. (…) Attualmente il 70% dei carcerati di Copenaghen è costituito da giovani di cultura musulmana.

Da un rapporto pubblicato dalla Banca nazionale emerge che i costi di un musulmano straniero ammontano a più di due milioni di corone danesi (300.000 euro) in aiuti sociali, dovuti al basso tasso di occupazione all'interno di questa fetta di popolazione. A ciò si aggiungano tanti altri tipi di aiuti sociali che i disoccupati percepiscono: le spese per gli interpreti, le classi speciali nelle scuole, il lavoro sociale, i poliziotti supplementari, ecc.

«Il mio intervento - dichiara Sennels - ha determinato un'ingiunzione legale, una sorta di sanzione professionale, che indica che se reiterassi i miei propositi sarei licenziato. Secondo le autorità di Copenaghen è permesso affermare che i problemi riscontrati dai musulmani sono causati dalla povertà, dalla polizia, dagli stessi danesi, dai politici, ecc. Su due cose non è ammesso discutere: 1) sull'importanza della cultura e 2) sulla responsabilità degli stranieri quanto alle loro difficoltà d'integrazione nelle nostre società».

Per Sennels l'approccio occidentale a un comportamento delinquente è incomprensibile per i musulmani. Essi interpretano la nostra cultura del dialogo come una debolezza. Secondo loro «l'aggressività dà uno statuto inferiore nelle nostre culture, ma uno statuto più elevato nella cultura musulmana».

(…) Dobbiamo far cessare l'immigrazione dai Paesi musulmani verso l'Europa fino a quando non avremo provato che l'integrazione dei musulmani è possibile (cioè mai, ndUC). Poi dobbiamo aiutare i musulmani, che non vogliono o non sono in grado di integrarsi nelle nostre società occidentali, a dare un nuovo senso alla loro esistenza in una società che comprendono meglio e che li comprende. Attualmente disponiamo dei mezzi economici per farlo. Come ho detto prima, la Banca nazionale danese ha calcolato che gli immigrati musulmani costano 300.000 euro in media. Con questo denaro potremmo aiutarli a condurre una vita felice in un Paese musulmano, evitando loro di doversi integrare in una società che non comprendono e che, di conseguenza, non possono accettare».  qui

Frattini: «Affermare che la Turchia non ha un futuro in Europa significherebbe inviare un messaggio fuorviante al mondo islamico. Dobbiamo con convinzione dire che la Turchia ha un futuro europeo, perché se non ha un futuro europeo noi daremmo a tutto il mondo musulmano un messaggio: che vogliamo tenere fuori un Paese che sta avanzando nella democrazia, nelle riforme, nell'economia solo perché ottanta milioni di suoi abitanti sono musulmani».

13 giugno 2009

L’ "amico" Muammar Gheddafi

Il ministro degli Esteri, Franco Frattini, esprime "grande tristezza" per le "critiche e polemiche" sulla visita in Italia del leader libico Muammar Gheddafi. Critiche espresse, secondo il capo della Farnesina, da "italiani che non amano l'Italia".

Gheddafi: «Abbiamo 50 milioni di musulmani in Europa e la trasformeranno in un continente musulmano in pochi decenni. Allah sta mobilitando la nazione musulmana della Turchia collegandola all'Unione Europea e ciò porterà i musulmani in Europa ad essere cento milioni oltre al fatto che anche albanesi e bosniaci sono in gran parte musulmani. Da qui il bivio che ha di fronte l'Occidente: l'Europa ha un destino e così l'America: devono accettare di diventare musulmane con il passare del tempo oppure di dichiarare guerra ai musulmani». qui

23 maggio 2009

«In Italia due detenuti di Guantanamo»

WASHINGTON - L'Italia potrebbe accogliere nel suo territorio due prigionieri di Guantanamo. Washington vorrebbe destinare al nostro Paese due tunisini, Riadh Nasri e Moez Fezzani, ma da Roma non è ancora arrivato il via libera. L'Italia esaminerà, caso per caso, sulla base delle regole comuni europee le eventuali richieste degli Stati Uniti per l'accoglimento dei prigionieri del carcere di Guantanamo. È la posizione espressa dalla Farnesina, mentre il ministro Frattini incontrerà, venerdì prossimo a Roma, l'attorney general americano (consulente giuridico del governo) per discutere la questione. «Credo che sia una richiesta da considerare innanzi tutto con spirito positivo, ovviamente valutando i singoli casi che non conosciamo sulla base di un quadro europeo, perché in Europa c'è un regime di libera circolazione Schengen e quindi non possiamo prendere una persona e imprigionarla - ha detto il ministro -. Ci deve essere una regola che permetta agli altri 26 Stati di condividere il principio». qui

Parlando di terroristi: «L’Onu interviene in difesa del pluriomicida Battisti».  qui

12 maggio 2009

Immigrazione

“Se l'Unione europea ha deciso che l'immigrazione illegale e' un problema europeo e poi lascia soli in prima fila italiani, maltesi, ciprioti, greci e spagnoli, e' maturo il momento per un vertice europeo in materia''. E' quanto afferma il ministro degli Esteri, Franco Frattini, in un'intervista al Corriere della Sera.
Rivolgendosi ai Paesi europei, il responsabile della Farnesina chiede: ''I capi di Stato e di governo dovranno dire che cosa accade quando arrivano barche con 500 persone a Lampedusa. Che facciamo?''. ''Apriamo i centri di accoglienza dopo 90 giorni - spiega Frattini - e poi che succede? Se apriamo il campo di custodia di Gradisca sull'Isonzo, vicino a Slovenia e Austria, o a Torino, siccome con Schengen le frontiere non esistono piu', vanno in Europa''.
Il titolare della Farnesina osserva poi che ''parlare di multiculturalità'' in Italia ''e' sbagliato: sfido a dire che con il 5% di immigrati sulla popolazione ci può essere una società multietnica''. E sottolinea: ''Non accetto accuse di razzismo da chi predica un multiculturalismo che ora non abbiamo e rifiuta di aprire un dibattito serio sull'identita' della nazione italiana''.  (Apcom)

(…) Di Gheddafi c’è da fidarsi?
«Questo accordo con la Libia fu sottoscritto dal governo Prodi nel dicembre del 2007. Noi lo stiamo realizzando mettendo risorse finanziari e creando il contesto politico. È singolare che chi ha sottoscritto l’accordo ne critica l’attuazione. Era successa la stessa cosa con l’Albania. Significa che il centrosinistra quando è al governo è inefficace e quando è all’opposizione è incoerente». qui

E qui la religione di "pace".


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. europa immigrazione frattini

permalink | inviato da UnpoliticallyCorrect il 12/5/2009 alle 10:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

29 aprile 2009

.

Frattini: «Non possiamo solo chiedere a questi Paesi di riprendersi indietro gli immigrati ma dobbiamo offrire loro un pacchetto politico più attraente».


«Secondo i pm quel gioielliere si è difeso troppo»

(…) Remigio Radolli è quel gioielliere di Cinisello Balsamo, nel Milanese, che il 16 aprile scorso reagì a una selvaggia aggressione a scopo di rapina sparando tre colpi di pistola che ferirono (non uccisero: ferirono) uno dei malviventi. (…) Le foto del volto devastato e sanguinante di quest’omone di 59 anni finirono sulle prime pagine di tutti i giornali. O meglio, di tutti meno tre: il manifesto e Liberazione decisero di non dare neppure la notizia; l’Unità scelse di non pubblicare l’immagine: troppo pericolosa, parlava più di mille articoli e non era funzionale all’automatica e implicita condanna dei negozianti-pistoleri. E poi, i rapinatori fossero almeno stati dei ragazzotti italiani figli di buona famiglia. Macché, erano albanesi. E per di più clandestini. Leggi tutto

4 febbraio 2009

«Frattini, Italia esamina lista detenuti da accogliere»

(ASCA-AFP) - Bruxelles, 26 gen - Il ministro degli Esteri, Franco Frattini, ha fatto sapere che l'Italia sta gia' ''esaminando'' una lista di detenuti del carcere di Guantanamo da accogliere nel nostro Paese, anche se non c'e' ancora ''una domanda formale da parte degli Stati Uniti''.  ''Ho espresso la posizione - ha detto Frattini da Bruxelles, dove ha partecipato al Consiglio affari generali e relazioni esterne con i suoi omologhi dell'Ue - che l'Italia debba affrontare con spirito positivo questa richiesta americana, nel momento in cui verra' formalizzata. Vi sono gia' delle indicazioni di nomi che ci sono pervenute, che ovviamente stiamo esaminando''.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Guantanamo USA Frattini

permalink | inviato da UnpoliticallyCorrect il 4/2/2009 alle 10:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa

31 ottobre 2008

Il loro amico Gheddafi

«Non abbiamo bisogno di spade o di bombe per diffondere l’islam, abbiamo già 50 milioni di musulmani che tra una decina di anni trasformeranno l’Europa in un continente musulmano». Gheddafi, 2006

«We have fifty million Muslims in Europe. There are signs that Allah will grant islam victory in Europe - without swords, without guns, without conquests. The fifty million muslims of Europe will turn it into a muslim continent within a few decades». Gaddafi, 2006

Franco Frattini, oggi: «Se il leader della rivoluzione libica Muammar Gheddafi deciderà di visitare l'Italia lo accoglieremo con amicizia, come si deve ad un amico». 

Frattini, Italian Foreign Minister: «If the leader of the Libyan revolution desires to visit Italy we will greet him with friendship, as one would with a friend».



(Internet)                                                              (Internet)

sfoglia
giugno        agosto