.
Annunci online

 
UnpoliticallyCorrect 
Men never do evil so completely and cheerfully as when they do it from religious conviction
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Magdi Allam
memri
Daniel Pipes
Faith Freedom
Prophetofdoom
jihadwatch
tocqueville
Beppe
Islaminitsownwords
Corriere Della Sera
littlegreenfootballs
NeilDoyle
Victims of Saddam's Regime
PartigianoWilliam
Apostates of islam
victims of jihad
Il Lupo
barbara
SauraPlesio
IlCialtrone
kiki-e
Puffolottiaccident
Dolomitengeist
Milleeunadonna
Iostoconoriana
FranceEchos
Free Translation
  cerca

Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11

free counters


 

Diario | Insight |
 
Diario
1visite.

21 luglio 2009

«Alcolici, i musulmani: “Ora estendete il divieto anche ai maggiorenni”»

(…)  Il direttore del centro islamico di viale Jenner, Abdel Hamid Shaari, non fa troppi giri di parole: «Che ne penso? Benissimo, penso che dovremmo estendere il divieto anche ai maggiorenni». «Per noi musulmani - ricorda il leader della comunità islamica - gli alcolici sono vietati, proibiti dal Corano. C’è scritto chiaro e tondo, non si fa e basta, bisogna vincere la tentazione se c’è. Anche per i cristiani ci sarebbe un divieto, ma guardano solo al Nuovo testamento, non al Vecchio». (...) D’accordo anche l’imam di Segrate, Abu Shwaima: «E come possiamo non essere d’accordo? L’alcol nella nostra religione è proibito come qualunque altra alterazione che porta alla rovina dell’uomo». (…) «Perché ostacolare i centri islamici e le moschee, luoghi in cui i ragazzi sono controllati? Le moschee hanno un ruolo importante contro droga e alcol». qui

7 gennaio 2009

«Gli islamici si scusano»

MILANO - Il presidente della Casa della cultura islamica di viale Padova, Asfa Mahmoud, ha chiesto all'Arcivescovo di Milano Dionigi Tettamanzi «un incontro per chiarire quanto è successo sabato scorso e portare le scuse», disponibile anche a coinvolgere Abdel Hamid Shaari del Centro Islamico di viale Jenner. La notizia è contenuta in un editoriale non firmato sul sito della Diocesi di Milano dal titolo «a proposito della preghiera islamica in piazza Duomo» in cui si afferma che «la preghiera aiuta l'uomo a considerare gli altri uomini come fratelli» e che «per questo la preghiera - per essere autentica - non può mai essere usata "contro" qualcuno e deve essere praticata - se pubblica - nei luoghi, nei tempi e nelle modalità opportune». (Corriere della Sera)

sfoglia
giugno        agosto